Report fotografico Pietra Cappa

Pietra Cappa è tra i monoliti più grandi d’Europa, e mi sento di definirlo come uno dei tesori nascosti della nostra calabria.
Sorge all’interno della “Valle delle Grandi Pietre”, che si estende nel versante orientale del Parco Nazionale dell’Aspromonte, tra i comuni di  San Luca(RC) e Careri(RC). In vecchi documenti medievali il suo nome è “Pietra Gauca”, cioè Pietra Cava, per le sue numerose e caratteristiche cavità. Pietra cappa è avvolta da tantissime leggende, circa la sua origine, sia di natura religiosa, sia mitologica. Quello che c’è di certo, che la natura sedimentaria della roccia, molto plastica per natura, attraverso l’erosione naturale ha fatto si che questo grosso monolite in tantissimi anni abbia acquisito l’attuale forma con le sue numerose cavità. Con i suoi abbondanti 100 metri di altezza, si erge tra una fitta macchia mediterranea dominata da Lentisco, Erica, Leccio e Farnetto, e rappresenta un vero punto di riferimento geografico nel cuore dell’Aspromonte. Tra i posti visitati in calabria, è tra quelli che mi sono rimasti di più nel cuore, tanto da sentir spesso il bisogno di ritornare sui miei passi e rivisitare questi luoghi avvolti da un atmosfera surreale. Lo considero tra i posti da visitare almeno una volta nella vita.